Skip to main content

Miele Scout RX1

(3.5 / 5 su 23 voti)

499,00 € 599,99 €

22% IVA incl.Ultimo aggiornamento: 15 dicembre 2018 2:48
Sviluppo prezzo
Marca
Tipo
Per pavimenti
Per tappeti
Filtro HEPA
Programmabile
Telecomando
Muro virtuale
Rumorosità in dB60 dB
Potenza in watt22 watt
Altezza in cm8 cm

Opinione complessiva

77.8%

Dotazione
79%
Manutenzione
81%
Lavorazione
82%
Aspirazione
74%
Qualità/Prezzo
73%


Recensione Miele Scout RX1


Miele è un azienda che nei sui 100 anni di storia è stata sempre un sinonimo di qualità. ll Miele Scout RX1 è il primo robot aspirapolvere del marchio tedesco. Con un prezzo di circa 400-600€ il robot si trova nella fascia prezzi medio-alta. Forse un po troppo costoso in confronto a quello che sa fare? Abbiamo testato per vuoi l’aspirapolvere robot Miele, ecco la nostra opinione:


Tecnica interessante, design accattivante, ma…


Nello spacchettamento siamo rimasti colpiti dall’estetica di questo apparecchio: il design è davvero elegante, la superficie scura con una linea in bianco chiaro ci è piaciuta molto. Molto velocemente abbiamo capito che sarebbe stato da vedere se il Miele Scout RX1 fosse in grado di mantenere questa bellezza: la parte superiore laccata prega per dei graffi, che saranno sicuramente dovuti agli scontri inevitabili in una vita da robot aspirapolvere, dopo qualche mese di utilizzo.


Video introduttivo Miele Scout RX1


Completamente senza critica si parla della rumorisità dell’apparecchio: il Miele Scout RX1 è uno dei robot aspirapolvere più silenziosi che abbiamo mai provato. Solamente 60 dB(A) escono dall’interno dell’apparecchio. I modelli top di gamma più cari, come il Roomba 980 di iRobot o il Vorwerk Foletto VR200 sono più rumorosi. Ovviamente anche questo robot non è silenzioso, ma è molto meglio di molti suoi colleghi. Questo va ovviamente a discapito della potenza: solamente 22 Watt sono a disposizione del robot della Miele, quando la concorrenza porta sempre tra i 30 e i 33 Watt. Se questo faccia una differenza nella quotidianità, lo discuteremo in uno dei prossimi paragrafi.


miele scout rx1 filtro

Purtroppo il filtro del Miele Scout RX1 non è HEPA


Ciò che ci ha dato fastidio è che manca un vero filtro HEPA. Montato si trova solo un filtro per polveri sottili e questo non è sufficiente per un robot di questo livello. Allo stesso modo, interessante che anche il Foletto VR200 non abbia un filtro HEPA, ma i modelli dei marchi iRobot o Neato per esempio, hanno tutti filtri HEPA. Non consigliamo il Miele Scout RX1 per gli allergici, visto che per loro è obbligatorio un filtro HEPA.


Navigazione intelligente – dice Miele


Il Miele Scout RX1 è dotato di navigazione smart, che non è altro che l’uso di sensori ottici per riconoscere i dintorni. Nel nostro test questo riconoscimento è andato molto bene. Ci sono quattro diversi modi che si possono usare per pulire con questo apparecchio:

  • Nella prima, la modalità automatica,  il robot aspirapolvere va per la sua strada in modo organizzato e compie il lavoro di pulizia automaticamente. Questo significa che non è solo capace di pulire, ma anche di tornare alla stazione di ricarica. Nel nostro test questo ha funzionato tutte le volte senza problemi.  Con circa 25 per cento di batteria torna già alla base per ricaricarsi.
  • La modalità “Spot” permette di pulire un punto determinato della stanza. L’obiettivo ideale di questa modalità sono macchie e punti particolarmente sporchi, che diventano intensamente sporchi ogni giorno. Potete avviare questa funzione anche dal telecomando.
  • La modalità ad angolo serve per pulire molto bene angoli e bordi. In questa maniera il Miele Scout RX1 passa più tempo in questi posti, rispetto che al resto della superficie. La nostra esperienza ci fa dire che i risultati sono molto buoni con questa modalità.
  • Se avete bisogno di pulire molto velocemente, potete usare la modalità “turbo”. Questo è consigliato se la stanza è molto sporca e volete togliere lo sporco più grosso velocemente, senza curarvi che sia pulita al 100%.

Insomma, troviamo molto utile che il Miele Scout RX1 ha tutte queste modalità di pulizia a disposizione. Però nella vita di tutti i giorni, in 90% dei casi, si usa la modalità automatica. La modalità automatica funziona molto bene, putroppo il robot torna alla base un po troppo presto: con 25% di batteria ancora piena torna già a ricaricarsi.


Movimenti organizzati e non caotici


Diversamente da altri robot aspirapolvere, questo robot segue una traccia chiara nella pulizia. Questo è molto pratico, perchè potete stimare molto bene quanto tempo manchi ancora per la pulizia della stanza. Altre persone possono trovare migliore l’andamento caotico dei modelli Roomba di iRobot. Questa è questione di gusti, dato che entrambi ottengono buoni risultati.


miele-scout-rx1 movimento

Il robot Miele Scout RX1 si muove in modo organizzato per la stanza


Qualche volta succede che il robot lascia un po’ di sporco per strada (in posti stretti o negli angoli). In questi posti poi non ripasserà, dato che pensa che questi sono già stati puliti. Quindi questo sistema ha sia vantaggi, sia svantaggi e dovete decidere voi stessi se preferite i robot confusionari o una variante più ordinata.


Lunga durata


Vivete in una casa molto grande? Allora il Miele Scout RX1 è forse la scelta che fa al caso vostro. Secondo Miele il robot pulisce fino a 150 metri quadri con una carica. Nella realtà riuscite a pulire tra i 120 e i 140 metri quadri, che è comunque di più rispetto a altri modelli di robot aspirapolvere, che raggiungono al massimo i 60 o i 100 metri quadri.


Non ideale per tappeti


La performance di pulizia su tappeti non è la migliore. Sui tappeti con frange alte, la potenza di soli 22 watt si fa sentire. Sporco, che veniva tirato su senza problemi dal Roomba 960 rimane sulle frange se passo il Miele Scout RX1. Il prezzo del Scout RX1 è alto, ci saremo aspettati una prestazione migliore. Tutto ciò non è un problema, se vivete in un appartamento con pavimenti duri. Su pavimenti duri il robot funziona molto bene! Se avete tanti tappeti con frange alte in casa, il Miele non fa per voi. 


Programmabile


Allo stesso modo come in altri modelli della fascia prezzo media alta, anche il Miele Scout RX1 ha una funzione di programmazione. Questo significa che potete far partire il robot, anche quando non siete a casa. Si tratta di una funzione, senza la quale non potrete più vivere, una volta che l’avete provata. Per esempio, potete impostare che pulisca dal lunedì al venerdì dalle 9 in poi, quando siete al lavoro e cosi non venite disturbati dal rumore. Potete definire un tempo di pulizia individuale per ogni giorno della settimana. In alternativa potete semplicemente schiacciare il tasto di avvio sul robot.


Il pannello di controllo con display


Nel nostro test la programmazione è andata bene. Con pochi tasti il robot aspirapolvere si fa comandare e il display illuminato rende tutto molto facile. La modalità di programmazione più comoda è quella con il telecomando, soprattutto se siete un po’ anziani e vi fa male la schiena ad abbassarvi.


miele-scout-rx1 aspirapolvere robot

Il telecomando del Miele Scout RX1


Tramite il commando potete gestire il robot dalla distanza. Il telecomando ha tutti i bottoni necessari per controllare il robot: i 4 modi di pulizia, programmazione, frecce, ritorno alla base, frecce per controllo manuale e bottone di spegnimento. 

Programmatelo cosi che aspira il vostro appartamento ogni uno o due giorno e non noterete la bassa potenza. Se desiderate usare il vostro robot aspirapolvere meno frequentemente, vi consigliamo di acquistare un modello con più potenza che raccoglie più polvere in un ciclo di pulizia. Per esempio, i robot aspirapolvere della Neato. 


Soluzione interessante per limitare i confini


Per i robot del marchio iRobot ci sono i muri virtuali, altri apparecchi più costosi come il Foletto VR200 della Vorwerk hanno il riconoscimento automatico di ostacoli integrato e una banda, mentre per il Miele Scout RX1 ci si deve accontentare di una banda. Si, letto bene: nella confezione troverete una banda magnetica elastica leggera, che usate per delimitare il raggio di azione del robot.

La cosa positiva è che funziona. La banda non usa alcuna batteria, come accade per i muri di iRobot e quando il robot ci va contro si gira subito. Nei nostri test non ci sono state eccezioni.

Gli aspetti negativi, tuttavia, pesano di più: naturalmente potete allungare la banda solo fino ad un certo limite. Al di fuori di ciò, una banda non è di certo una soluzione degna di un robot aspirapolvere che costa 500 euro. Una banda elastica, infatti, non s’addice ad un pezzo di tecnologia così avanzato.


Conclusione: devo comprare il Miele Scout RX1?


Grandi appartamenti di oltre 100 metri quadri con molto parkett piacciono molto a questo robot. In questo caso si tratta di una buona scelta. La prestazione debole sui tappeti non sembra essere un vantaggio. Anche la soluzione di rilevamento ostacoli non è la migliore. Tutto sommato, ci sono delle prestazioni e delle features molto interessanti. Robot più economici con delle funzioni identiche ci sono, come per esempio il Roomba 650. Il Miele Scout RX1 è un buon acquisto per chi cerca un robot aspirapolvere silenzioso. Ma secondo noi, non vale i 500€.

Wattaggio (watt)22
Rumorosità (dB)60
Capacità (millilitri)600
Autonomia (min)120
Tempo di ricarica (min)120
Altezza (millimetri)80
Peso (grammi)2800
Pavimento
Tappeto
Filtro HEPA
Telecomando
Base
Programmabile
Muro virtuale

Sviluppo prezzo


499,00 € 599,99 €

22% IVA incl.Ultimo aggiornamento: 15 dicembre 2018 2:48