Skip to main content

Come scegliere il modello giusto di robot aspirapolvere

I moderni aspirapolvere sono, indiscutibilmente, un vero e proprio “concentrato” di tecnologia. Con assoluta trasparenza, oggigiorno, data la continua proposta di nuovi esemplari, lo scegliere il modello giusto di robot aspirapolvere può sembrare non così semplice.


Aspirapolvere robot, tanti modelli e funzioni diverse, come scegliere quello giusto?


Non per nulla, quando ci siamo decisi ad acquistare un modello si va alla ricerca di più informazioni possibili per cercare di comprendere al meglio le loro differenti caratteristiche. Inoltre, dato che è anche un investimento finanziario non propriamente basso, nel nostro cervello iniziano a prendere vita tutta una infinita sequela di domande e dubbi.

Certamente la prima che sorge spontanea è quella relativa a come essere certi che un modello di aspirapolvere robot possa effettivamente fare al caso nostro. Tra gli altri quesiti che aspettano una risposta vi è, poi, quello circa l’effettiva capacità di aspirare i peli dei nostri animali domestici.

Senza dimenticare domande più specifiche legate alla tecnologia di cui sono oggigiorno dotati i robot aspirapolveri come, ad esempio, la durata delle loro batterie, oppure se sia o meno il caso di lasciarlo pulire casa senza che vi sia nessuno a controllare.

Un robot aspirapolvere, in primis, è un importante contributo per chi deve svolgere le quotidiane pulizie. Grazie ad esso, infatti, la schiena non farà più male e si potrà mandare in pensione la nostra cara scopa. Oltre a ciò, è da sottolineare come con un robot aspirapolvere si abbia più tempo libero.

Unitamente a tante altre evidenti ragioni, tra le varie novità che la tecnologia moderna offre, il robot aspirapolvere è tra le più apprezzate.

Vediamo, quindi, alcuni suggerimenti che possono aiutare a fare la scelta giusta.


Cosa considerare per scegliere il modello robot aspirapolvere giusto


Anche se di primo acchito lo scegliere tra tanti modelli quello che effettivamente ci serve può sembrare complicato, vi sono alcuni aspetti che facilitano di molto la scelta. Vediamo, seppure sinteticamente, quelli di maggior rilievo.


Considerare le tipologie di pavimenti


Dato che vi sono in commercio varie soluzioni che hanno diversi costi in base alle funzioni del robot aspirapolvere, considerare il fatto che in casa vi siano diverse tipologie di superfici o meno è fondamentale. Infatti, se si ha un unico tipo di pavimento si potrà risparmiare acquistandone un modello più semplice.

In pratica, non sarà necessario spendere soldi per averne uno che, invece, è in grado di riconoscere i vari tipi di pavimenti e, di conseguenza, regolarsi automaticamente. Di contro, se le superfici sono diverse, allora sarà bene scegliere un modello che riconoscerà le differenze e, quindi, da solo andrà ad aumentare o a diminuire la sua potenza sulla base della tipologia di pavimento.


Considerare la grandezza della propria casa


Ad ogni estensione un modello di robot aspirapolvere. Quindi, se si ha casa piccola si potrà scegliere un modello meno potente, mentre, di contro, se la superficie è ampia si deve optare per un modello più potente. Semplice, no?


Considerare la qualità sia dei materiali e sia delle spazzole


Esaminate le due questioni fondamentali, ovvero tipologia di pavimenti e superficie da pulire, è bene passare ad analizzare la qualità sia dei materiali sia delle spazzole. Dato che risparmiare è sempre un qualcosa di gradito, tuttavia, è bene farlo con intelligenza per evitare di andare incontro a spiacevoli sorprese.

Se, infatti, si ha che a fare con prodotto scadente e di dubbia qualità, il cosiddetto risparmio si tramuterà in una spesa doppia dovendo cambiare gli accessori più rapidamente.


Considerare la capienza del contenitore


Come si sa lo sporco termina in un contenitore, il quale ha varie dimensioni. Qui, le dimensioni contano. Non per nulla, acquistare un robot aspirapolvere con un contenitore per lo sporco piccolo e volerlo utilizzare per una casa grande, vorrà dire aver sbagliato il proprio acquisto.


Considerare la sua rumorosità


In commercio si possono acquistare modelli che possono essere programmabili o meno. Se si trova più utile e conveniente scegliere un modello di robot aspirapolvere il controllare la sua rumorosità diventa elemento vitale.

Infatti, se si utilizza un modello non programmabile molto rumoroso, oltre che avviare infinite lamentele condominiali, ci impedirà di sentire se squilla il telefono, se suonano il citofono o alla porta e così via.

Ovviamente, in conclusione, anche nel caso di un modello programmabile, è da valutare la sua rumorosità. Infatti, anche se non siamo presenti in casa, questo non vuol dire che i nostri vicini debbano sopportare il suo forte rumore.


Articoli simili



Commenti

StephenChaMs 19 novembre 2018 per 12:58

Hi Look what we glue against you! a believableexpensive
Are you in?

https://drive.google.com/file/d/10n6KhNJcb4YusKhLaWTd0xUUQt7w9WIV/preview


Hai una domanda o un'opinione sull'articolo? Condividila con noi!

La tua mail non viene pubblicata. Campi obbligatori sono marchiati *